30 gennaio 2017

Pubblichiamo il comunicato stampa del consigliere provinciale Ivan Minella – Consiglieri e Sindaci per l’Autonomia:

 

“Quando salirono a Belluno, il ministro Graziano Delrio e il sottosegretario Gianclaudio Bressa assicurarono che la provincia dei sindaci non avrebbe causato problemi ai bellunesi e ai primi cittadini, una litania ripetuta negli anni dall’onorevole Roger De Menech. Ora non ci sono nemmeno i soldi per garantire la sicurezza sulle strade, e la loro gestione deve essere ceduta per garantirne la sopravvivenza.  Il progetto della provincia di secondo livello è fallito, e chi lo ha sostenuto deve assumersi le sue colpe: per questo, chiedo ai bellunesi in maggioranza di governo a Roma che vengano riportati ai livelli pre-tagli i finanziamenti statali e che venga stoppata la cessione ad Anas delle strade; altrimenti, è giunta l’ora che si dimettano”. Ivan Minella, consigliere provinciale del gruppo Consiglieri e Sindaci per l’autonomia, attacca i rappresentanti bellunesi a Roma, a quanto pare la presidente Larese Filon ha inviato la documentazione del caso ad Anas e un “inventario” del materiale acquistato da Veneto Strade negli anni: “La Provincia di Belluno ha già quindi avviato il passaggio di consegne delle strade da Veneto Strade a Anas, questo è l’ennesimo sintomo di un sistema che non funziona e di un Governo che non segue le necessità dei territori di montagna”.

 

LOGO bard PROVINCIALI