20 Maggio 2015

Arriva da uno degli uomini più rappresentativi del Governo e più vicini al premier Matteo Renzi il sostegno all’accordo firmato dal Bard per il ritorno all’elettività della Provincia: il neoministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio, ha infatti confermato il rispetto di quanto siglato qualche settimana fa dai rappresentanti del Governo. “Il vostro accordo è nero su bianco e firmato da sottosegretari e altri alti rappresentanti. – ha confermato Delrio a Andrea Bona e Alessandra Buzzo, presenti all’incontro con il Ministro – Gli impegni che avete ottenuto dal Governo saranno certamente rispettati, potrete avere l’elettività e un’autonomia che, per adesso, non sarà ancora speciale”.

Soddisfatto per le dichiarazioni di Delrio Andrea Bona, candidato Bard-Veneto Civico: “Abbiamo ottenuto l’ennesima conferma, una tra le più autorevoli, alla bontà del nostro accordo. La parola di Delrio si aggiunge al peso delle firme in fondo a quel documento; il ministro è uomo duro, lo ricordiamo nella visita del dicembre 2013 a Belluno, ma questa volta è arrivato conoscendo la nostra situazione e capendo le nostre ragioni. Già un anno e mezzo fa, in tempi non sospetti, dissi a Delrio quello che pensavo – e penso tuttora – della sua riforma, e oggi glielo ho ribadito con convinzione. L’autonomia alla quale noi puntiamo è un’autonomia che funziona, e il Governo lo ha capito”.

“Ci fidiamo delle parole del ministro, ma ora attendiamo lui e il Governo alla prova dei fatti, aspettiamo segnali concreti – spiega ancora Bona – Proprio oggi, l’ex Presidente della Provincia Autonoma di Trento, ora presidente del gruppo parlamentare Per l’Italia, Lorenzo Dellai, ha chiesto la calendarizzazione della discussione in commissione, impegnandosi a ottenerla il prima possibile, compatibilmente con i tempi richiesti dai regolamenti della commissione. Il percorso politico continua, ora tocca ai bellunesi dimostrare di credere in questa opportunità”, conclude Bona.