25 Aprile 2015

L’impegno congiunto del BARD e della Provincia raggiungono un risultato importante per Belluno.
E l’Europa è sempre più vicina, anzi scende nelle nostre vallate e nelle nostre città!

Nei giorni 27 e 28 aprile tre consiglieri del CESE (Comitato Economico Sociale Europeo), lo svedese Staffan Nilsson, l’inglese Rendan Burns, la spagnola Isabel Cano Aguillar, faranno visita al territorio di Belluno-Dolomiti.cese-belluno

Il CESE, organo consultivo dell’Unione Europea, ha la finalità, tra le altre, di promuovere uno sviluppo economico e sociale bilanciato ed uniforme nell’UE, interessandosi così a zone prevalentemente rurali con problematiche specifiche, di involuzione economica e di spopolamento.

Recentemente il CESE ha elaborato in questo senso un parere d’iniziativa, semplificando uno studio finalizzato ad un problema urgente, cioè il sottosviluppo di alcune zone rurali dell’UE, rivolto alla Commissione Europea, cosicché essa possa orientare la sua attività legislativa in tal senso e intervenire anche economicamente in modo concreto.

Il documento (consultabile sul sito del CESE) evidenzia alcuni problemi drammatici, riscontrabili in alcune parti dell’UE, come lo spopolamento di vaste zone rurali, la creazione di aree di grande insediamento umano accanto a fasce desertificate, e conseguentemente lo sbilanciamento economico e sociale che ciò produce; per frenare e invertire questa tendenza il parere del CESE esprime la necessità di interventi in settori strategici come agricoltura, allevamento e attività industriali, integrabili alla realtà rurale e ad essa compatibili.

Ogni Bellunese di fine intendimento si accorge in primis che il parere d’iniziativa va nella direzione opposta rispetto alla politica centralista e delle grandi metropoli di pianura che il Governo Italiano sta riesumando (e anche rispetto al generale disinteresse della Regione Veneto), che poi il testo sembra quasi richiamare a modello l’eccellenza della realtà Altoatesina e ad essa riferirsi, che infine all’opposto esso chiama in causa continuamente, con una precisione inquietante, gli eterni problemi della nostra Provincia. Sembra scritto quasi per essa.

Per questo accogliere i delegati del Comitato, se non la soluzione immediata dei problemi gravi del nostro territorio, (depressione economica, spopolamento, mancanza di strategie per il futuro), rappresenta una scelta strategica: un tentativo di coinvolgere l’Europa nei vuoti creati dalla latitanza dello Stato italiano, se non addirittura ancora una volta una richiesta di sostegno contro la sua opera di annullamento delle specificità locali.

Il gruppo CESE farà visita ai luoghi significativi della nostra Provincia, partendo dalla diga del Vajont (simbolo così importante della vicissitudini storiche e concausa del declino del nostro territorio) continuando con la sede istituzionale della Provincia, e raggiungendo infine il Cadore, Cibiana, per incontrare la ditta Errebi.
Durante questo percorso i delegati incontreranno i giovani delle scuole, le istituzioni e i portatori di interesse.

L’importanza dell’evento va colta nella relazione sempre più forte e ormai imprescindibile tra Belluno ed Europa; e i frutti si vedono nel sostegno dato ai nodi cruciali della Provincia dall’europarlamentare Herbert Dorfmann, nella volontà di entrare nell’Euregio ed ora proprio nell’interessamento del Comitato Economico.

Ma se tutto questo da un lato suscita perplessità e indignazione in noi che abitiamo una provincia montana che, bisognosa di interventi specifici, è altresì abbandonata da Stato e Regione, d’altra parte ci fa vedere una nuova strada rivolta verso l’Europa, a Nord, come per secoli è sempre stato.
E poi in questa storica iniziativa brillano, nella nebbia dell’inerzia, l’impegno tenace del Bard e la voglia di collaborare e la lungimiranza dell’ente Provincia, insieme uniti nella volontà di dare un futuro a Belluno-Dolomiti.

PROGRAMMA

  • LUNEDì 27.04
    • VISITA LUOGHI VAJONT con Italo Filippin Ore 15,30 Erto
    • INCONTRO CON SINDACO DI LONGARONE ROBERTO PADRIN Ore 17,30 Municipio Longarone
  • MARTEDI’ 28.04
    • BENVENUTO PRESIDENTE PROVINCIA DANIELA LARESE FILON Ore 9,00 Belluno – Sala Affreschi Palazzo Piloni
    • INCONTRO CON STUDENTI BELLUNESI Ore 9,30 Belluno – Sala Affreschi Palazzo Piloni
    • INCONTRO CON PORTATORI DI INTERESSE – Artigiani, Industriali, Agricoltori, Allevatori, Albergatori, Affittacamere, Ristoratori, Maestri di sci, Guide Alpine ecc. Nonché Presidenti GAL Alto Bellunese , GAL 2 Prealpi e Dolomiti – Benvenuto del Sindaco di Lozzo di Cadore Mario Manfreda Ore 14,00 Lozzo di Cadore – Palazzo Pellegrini
    • BENVENUTO DI LUCIANA FURLANIS SINDACO DI CIBIANA E INCONTRO CON LUCA MAZZUCCATO DIRETTORE GENERALE DELLA ERREBI’, STORICA FABBRICA DI CHIAVI Ore 17,00 Cibiana di Cadore