23 Lug 2015

Le ultime elezioni regionali si sono concluse con l’elezione a consigliere regionale di uno dei nostri candidati, Alessandra Buzzo ma interpretazioni arbitrali e ambigue della legge elettorale hanno modificato il risultato delle urne, assegnando l’elezione prima ad un candidato e poi ad un altro ancora. Abbiamo così deciso di non stare in silenzio e di opporci a questo colpo di mano che travisa la legge con cui si era votato.

Tutti noi vogliamo che sia ripristinata la situazione di diritto, quella che dà al nostro Movimento ed alla nostra candidata regolarmente eletta Alessandra Buzzo, l’opportunità di sedere in Consiglio Regionale a Venezia per impegnarsi a risolvere gli innumerevoli problemi di Belluno-Dolomiti.

L’unico mezzo per ottenere giustizia è ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale. Qui è possibile scaricare il ricorso al TAR!

Il nostro movimento è molto ricco di risorse date dalle energie e dall’impegno di tutti noi che però non bastano a finanziare l’importante ricorso….sono molto preziose ma non monetizzabili.

Abbiamo perciò deciso di chiamare a raccolta i nostri sostenitori affinché, con gesto generoso verso il territorio e verso le Comunità che in esso ci vivono, possano contribuire alle spese di questo impegno legale. Ognuno per quanto potrà.

Ancora quattro mesi e poi sarà fatta chiarezza.

E’ stata fissata infatti al 18 novembre 2015 l’udienza al Tar Veneto per rendere giustizia contro il “pasticcio” che ha portato prima alla elezione di Alessandra Buzzo e poi alla revoca della nomina.

E’ un periodo di attesa più lungo del previsto che pare giustificato dalla presenza di altri ricorsi sul tema. Sembra siano state presentate infatti altre contestazioni. E’ probabile che il Giudice abbia ritenuto opportuno aggregare tutti i ricorsi sul tema.

Questa decisione ha fatto crescere nei legali incaricati la speranza di un esito positivo della nostra battaglia.

ioricorroperbelluno
Adesso è necessario procedere con la raccolta dei fondi per coprire le spese del ricorso.

Dopo l’autotassazione dei membri del direttivo anche alcune importanti personalità, non solo bellunesi, hanno deciso di sostenere questa azione e risorse importanti stanno arrivando al Movimento ma la somma necessaria è cospicua.

E’ necessario raccogliere almeno una dozzina di migliaia di euro e dobbiamo farlo insieme.

Ognuno di noi dovrà impegnarsi in questa importante azione. Siamo certi che saremo in tanti, come sempre, quando c’è bisogno uno dell’altro.

Perciò cara Sostenitrice e caro Sostenitore, se ritieni giusto e doveroso fare chiarezza, se ritieni importante l’operato di tanti di noi che in forma volontaria si impegnano per la salvezza delle nostre Comunità, se sarai libero di decidere, come noi, di far arrivare lontano la nostra voce forte e chiara, contribuisci anche tu con qualsiasi importo.

Se il tribunale ci darà ragione, se Alessandra Buzzo potrà sedere definitivamente in Consiglio Regionale si apriranno scenari di speranza (le somme versate saranno restituite a chi ne farà richiesta)

Questi i dati per il versamento:

MOVIMENTO BARD – BELLUNO AUTONOMA REGIONE DOLOMITI

CASSA RURALE ED ARTIGIANA di CORTINA D’AMPEZZO e delle DOLOMITI

COD. IBAN: IT81 Q 085 1161 2400 00000025 514

Causale: Contributo ricorso Alessandra Buzzo da………………….. (nome e cognome)

Grazie per l’attenzione Amici Autonomisti…..siate generosi, versate e fate versare e se avete voglia di scambiare quattro parole, di avere chiarimenti chiamate quando volete, senza timore alcuno. Noi ci siamo e ci saremo sempre per il Bard