11 Maggio 2015

Sono disponibili online i testi degli accordi che il Movimento Belluno Autonoma Regione Dolomiti ha sottoscritto con il Governo centrale e la candidata alla Presidenza della Regione Veneto, Alessandra Moretti. “Un atto in nome della chiarezza e della trasparenza. – commentano i candidati Bard-Veneto Civico Alessandra Buzzo, Andrea Bona e Danilo MarmoladaOra tutti potranno leggere e giudicare quello che siamo riusciti ad ottenere per il nostro territorio”. Su tutto, c’è la questione del ritorno dell’elettività per la Provincia di Belluno, ma non solo: a livello nazionale, c’è l’impegno a riconoscere in tutte le riforme la specificità delle aree montane, mentre l’accordo regionale prevede – tra l’altro – un assessore per gli investimenti in area dolomitica, con attenzione a turismo, agricoltura, manifatturiero e infrastrutture, oltre al trasferimento delle competenze e relative risorse previste dall’articolo 15 dello Statuto veneto, cui potranno aggiungersi quelle previste dall’articolo 116 della Costituzione che possono essere trasferite dallo Stato alla Regione e poi alla Provincia. “Questo è quello che siamo riusciti a ottenere per il Bellunese, è scritto nero su bianco con tanto di firme di esponenti di governo, rappresentanti veneti ed europei. – spiegano Buzzo, Bona e Marmolada – A meno di tre settimane dalle elezioni, noi portiamo un risultato, scritto e sotto gli occhi di tutti: è la prima volta che succede. Non possiamo promettere imprese impossibili, tutto e subito; ma i risultati che arriveranno da questi documenti daranno una nuova spinta nella corsa verso l’autonomia. Un percorso lungo, ricco di ostacoli e insidie, ma di cui taglieremo certamente il traguardo”.