ASSEMBLEA GENERALE BARD 2015

14 luglio 2015 By

Il 4 luglio a Feltre si è svolta l’Assemblea generale del nostro Movimento dove sono stati trattati molti importanti argomenti.Il Presidente Moreno Broccon dando il benvenuto ai numerosi presenti ha detto, tra l’altro, che la Provincia è l’Ente giusto per governare la montagna e che il Bard continuerà ad impegnarsi su tutti i fronti per il raggiungimento dell’obiettivo che è e resta l’autonomia del nostro territorio.

Danilo Marmolada, vicepresidente, ha ripercorso i punti salienti dell’importante, quotidiano, instancabile lavoro dei numerosi volontari che, uniti dall’obiettivo autonomistico sono impegnati ogni giorno per il suo raggiungimento. Ha anche ricordato e ringraziato tutte le persone che si sono impegnate fortemente per i numerosi referendum del Comuni di confine che, sebbene non hanno raggiunto il quorum, stanno dando risultati indiretti insperati.

E’ stato approvato all’unanimità il bilancio consuntivo e quello preventivo.

Diego Cason ha comunicato che sarà modificatolo lo statuto per permettere l’inserimento, nel Consiglio Direttivo, dei rappresentati delle vallate Bellunesi, anticipando così quello che dovrà essere anche il nuovo Statuto Provinciale. Ci si avvicinerà così alle nuove linee guida del Movimento che, ha ricordato, non è ancora un partito.

Andrea Bona ha affermato con decisione che il BARD vuole sia adottato uno statuto che permetta l’attuazione di una autonomia virtuosa che creerà reddito e ricchezza producendo benefici anche per lo Stato.

Alessandra Buzzo ha ribadito la necessità di attirare e far attirare l’attenzione sui piccoli comuni che soffrono la mancanza di trasferimenti statali. Molte realtà di montagna vivono quotidianamente il rischio di dovere limitare fortemente anche i servizi alla persona.

Un passaggio importante è stato dedicato al risultato delle Elezioni Regionali che hanno visto la vittoria della nostra Alessandra Buzzo a Consigliere Regionale, sogno interrotto ma non morto. 

L’Assemblea ha infatti deciso di attivare tutte le azioni necessarie affinché un sacrosanto diritto dato da una legge pessima (che non abbiamo approvato noi) sia rispettato. 

Su questo argomento fra pochi giorni Vi racconteremo.

Abbiamo avuto l’onore ed il piacere di avere nostri ospiti Herbert Dorfmann e Franco Panizza.

Il primo ha raccontato del suo sostegno all’anello delle Dolomiti ed in particolare alla sua progettazione che potrà essere fatta con il fondo Elfsi o piano Junker, sottolineando il fatto che sarà molto importante il coinvolgimento del territorio.

Il Senatore Franco Panizza ha confermato il sostegno al nostro movimento ricordando l’importanza di allargare la collaborazione tra territori contermini senza egoismi anzi lavorando fianco a fianco affinchè tutti possano decidere in casa propria.

Questi i punti salienti dell’incontro che ha visto uscire il nostro Movimento rinfrancato dal sostegno dei molti partecipanti.

Presto Vi racconteremo il resto! Se volete notizie o altre informazioni scrivete o chiamate senza alcun problema, sarà un piacere colloquiare e rispondere a qualsiasi domanda.

Leggi di più...

BUON COMPLEANNO BARD!

19 gennaio 2015 By

Carissimi,
l’11 gennaio 2015 abbiamo compiuto tre anni!

Tre anni di battaglie, di fatiche straordinarie, di ore di sonno perse, di migliaia di chilometri percorsi, di feroci ed inaspettate delusioni ma anche di straordinari confronti, di innumerevoli incontri, di importanti conoscenze, di nuova consapevolezza che ti fa respirare a pieni polmoni, di molti incredibili momenti vissuti in luoghi che mai avremmo pensato di visitare, di gioie  indicibili condivise con la nuova giovane  ninfa e di infinite emozioni.

Per rendere partecipi anche Voi di tutto questo,  ci troviamo per “festeggiare” il nostro terzo compleanno

Read more →

Leggi di più...

ASSEMBLEA DI VALLATA VAL BELLUNA

19 novembre 2014 By

Carissimi Autonomisti, l’Assemblea di vallata Val Belluna si terrà

LUNEDI’ 24 NOVEMBRE 2014 – ORE 20,45
presso la sala polifunzionali della
Parrocchia di Santa Maria di Loreto
(via Loreto 13 – Belluno)

con il seguente ODG:

  • Analisi degli ultimi avvenimenti politici provinciali e non
  • News dal Movimento
  • Elezioni componenti CONSIGLIO della COMUNITA’ di VALLE
  • Varie ed eventuali

Sono invitati tutti coloro che credono nel progetto autonomistico, cioè tutti i sostenitori del nostro Movimento residenti in Val Belluna.

Vi aspettiamo numerosi perchè….l’unione fa la forza!

Info: 340 3309762

assemblea di vallata val bellina

Leggi di più...

IL FUTURO DEL BELLUNESE: DA COSTRUIRE E NON SPARTIRE!

17 novembre 2014 By

A seguito di ripetuti comunicati stampa in cui il BARD, il Movimento Autonomista delle genti bellunesi e dolomitiche, viene, a più riprese, definito alleato ad un partito piuttosto che un altro, teniamo a precisare e ricordare ai numerosi iscritti quanto segue:

  1. il BARD oggi è ritenuto da molti una forza politica riconosciuta. Per scelta non si è ancora costituito in partito (tema di competenza dell’Assemblea) ma di fatto ha tutte le caratteristiche operative ed organizzative proprie di un partito. Lo status poco importa, agisce in azioni concrete ed operative sul territorio ed in tutti gli ambiti utili a costruire relazioni politiche ed economiche a favore dei cittadini bellunesi e delle imprese, in Italia ed in Europa.
  2. Il BARD è un Movimento Politico Territoriale, libero da ideologie ed esclusivamente votato agli interessi di rappresentatività del territorio stesso e non a correnti di pensiero politico riconducibili a nessun partito tradizionale. E’ quindi, per definizione, né di destra né di sinistra. Nessuno impedisce peraltro agli aderenti di riconoscersi in ideologie politiche di destra o sinistra.
  3. Il Movimento si autofinanzia totalmente.
  4. Obiettivo del BARD è ricondurre la Provincia di Belluno ad Ente elettivo, autonomo e costituito nella Regione Dolomiti con Trento e Bolzano, inserito in Europa nell’Euregio con le due contermini Province Autonome, Tirol ed Ost-Tirol.
  5. Oggi ricopre con un consigliere provinciale, alcuni sindaci e consiglieri comunali, incarichi amministrativi sul territorio ed amplierà la propria presenza ogni qualvolta ci sarà un’elezione possibile, in ogni ambito amministrativo. La battaglia politica prima per la Provincia, ora con l’ormai iniziata campagna elettorale per la Regione, non può evidentemente transigere dal vedere il BARD protagonista, volutamente o meno, del dibattito politico locale. Lo testimonia anche un recente articolo di stampa che vanta un accordo sottoscritto tra il PD ed il BARD in vista proprio delle Regionali, salvo averlo escluso il giorno precedente con un’altra dichiarazione del direttivo PD. Quando il BARD sottoscrive accordi con chicchessia o deve comunicare le proprie decisioni o iniziative lo fa con comunicati ufficiali propri, ben chiari e trasparenti. Singole dichiarazioni, a margine di incontri o discussioni, non sono la fonte di alcuna decisione ma libera espressione di personale pensiero: quanto riportato è quindi privo di fondamento. Le lotte interne al PD non coinvolgono il Movimento in improduttivi teoremi.
  6. L’esperienza maturata nelle recenti votazioni provinciali, dove la politica della bandierina sul castello conquistato e la lottizzazione delle nostre istituzioni ha prevalso sul buon senso e sugli interessi dei cittadini, ancora una volta, vede i componenti del Direttivo molto freddi nei confronti delle dinamiche partitiche locali che, pur costantemente, continuano a cercare l’appoggio del Movimento.
  7. Il BARD non ha ancora deciso se e con chi eventualmente collaborare nella prossima competizione elettorale regionale. Com’è sua abitudine non ha preconcetti e nemmeno sudditanze. I Dirigenti sono da sempre disponibili al dialogo costruttivo con tutti coloro che possano portare vantaggio alla genti Bellunesi, che siano di destra o di sinistra o di entrambe contemporaneamente. La politica del BARD è per il territorio, il nostro e non di certo per le segreterie e gli incarichi a Venezia o Roma.
  8. Il BARD è consapevole di rappresentare un sentimento territoriale ed autonomista ampiamente diffuso nella gente bellunese e di avere contribuito a cambiare la concezione e la percezione della montagna anche nei partiti che fin’ora non hanno mai profondamente creduto. “Dobbiamo rispetto ai nostri iscritti, alla nostra gente, a noi stessi, e per questo non siamo i portaborse di nessuno. Se qualcuno vuole la nostra collaborazione deve guadagnarsela. I partiti nazionali dimostrino di avere a cuore il bellunese e non le singole carriere o la mera conquista del potere. Producano sostanza e meno comunicati stampa. Si rinnovino, abbiano il coraggio di cambiare, di confrontarsi su temi reali e meno su teoremi di conservazione delle rendite di posizione.

Il BARD ha ben chiaro un concetto: il futuro del Bellunese è da costruire non da spartire!
 “Su questo facciamo volentieri accordi” – Il direttivo

Leggi di più...

ASSEMBLEA DI VALLATA CENTRO CADORE

13 novembre 2014 By

Carissimi Autonomisti del Centro Cadore, l’Assemblea di vallata Centro Cadore che si terrà

SABATO 22.11.2014 ORE 17,00
in via Tiziano 82 della Frazione di Vallesella di
DOMEGGE DI CADORE

con il seguente ODG:

  • Elezioni provinciali del 12.07.2014 – Considerazioni;
  • Incontro a Innsbruck con gli esponenti del OVP per la collaborazione territoriale tra territori di confine;
  • Viaggio a Bruxelles del 4, 5, 6 novembre 2014;
  • Incontro ad Aosta del 15 novembre 2014 con Movimento Stella Alpina e con l’Union Valdotaine;
  • Elezioni dei rappresentanti di vallata;
  • Varie ed eventuali.

Sono invitati tutti coloro che credono nel progetto autonomistico, cioè tutti i sostenitori del nostro Movimento residenti in Centro Cadore.

Vi aspettiamo numerosi perchè….l’unione fa la forza!

Il Referente del Centro Cadore
Francesca Larese Filon
cell. 335 5265204

Assemblea di vallata centro cadore

Leggi di più...