UGO ROSSI A FELTRE: “APPOGGIO POLITICO PER L’AUTONOMIA DI BELLUNO”

20 Maggio 2015 By

Il Bard incassa l’appoggio ufficiale del Presidente della Provincia Autonoma di Trento nel suo cammino verso l’autonomia e le elezioni regionali. Ugo Rossi, lunedì sera a Feltre, ha infatti sostenuto pubblicamente l’accordo elettorale e le scelte compiute dal movimento: “La richiesta di autonomia del Bellunese è un segnale importante anche per i trentini, che si stanno pericolosamente abituando all’autonomia. – ha spiegato Rossi – E’ un valore da difendere e da diffondere, senza gelosie: per questo, daremo tutto il nostro appoggio politico, culturale e di esperienza a questa battaglia”.
Rossi si è soffermato poi sugli accordi elettorali siglati con il Governo: “Un ente elettivo è fondamentale per la montagna: serve chi si prenda la responsabilità delle scelte, e anche le colpe, ma le decisioni vanno prese vicino al territorio, da chi quel territorio lo vive. La modifica della legge Delrio è il primo passo per l’autonomia completa; non sarà un cammino semplice, né rapido, ma si sta avanzando nella giusta direzione”.

All’incontro al ristorante Al Palio, sala piena per Rossi e i tre candidati di Bard-Veneto Civico. Alessandra Buzzo ha ribadito che “autonomia non è chiusura, ma apertura al confronto e sostegno al territorio intero”; Andrea Bona ha sottolineato l’importanza dell’appoggio della Provincia di Trento: “E’ la continuazione di un percorso iniziato quasi cinque anni fa, con i primi contatti con i trentini e con Bolzano, passato poi per la richiesta di referendum provinciale, i referendum comunali per il passaggio di confine e culminato con i 10mila voti a Dorfmann; segno che il dialogo tra le aree alpine c’è e funziona”. Danilo Marmolada è tornato invece con la memoria alle elezioni regionali del 2010: “A Caviola, a Falcade, la Federazione ladina organizzò un incontro con i candidati presidente. Cinque anni fa – esattamente come oggi – vennero a parlare di autonomia, attenzione alla montagna, tutela della sanità montana: parole mai seguite dai fatti. Noi un fatto concreto, l’accordo per il ritorno dell’elettività a Palazzo Piloni, lo abbiamo già portato a casa prima delle elezioni”.

Leggi di più...

DELRIO A PONTE NELLE ALPI: “L’ACCORDO BARD-GOVERNO SARA’ RISPETTATO”

20 Maggio 2015 By

Arriva da uno degli uomini più rappresentativi del Governo e più vicini al premier Matteo Renzi il sostegno all’accordo firmato dal Bard per il ritorno all’elettività della Provincia: il neoministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio, ha infatti confermato il rispetto di quanto siglato qualche settimana fa dai rappresentanti del Governo. “Il vostro accordo è nero su bianco e firmato da sottosegretari e altri alti rappresentanti. – ha confermato Delrio a Andrea Bona e Alessandra Buzzo, presenti all’incontro con il Ministro – Gli impegni che avete ottenuto dal Governo saranno certamente rispettati, potrete avere l’elettività e un’autonomia che, per adesso, non sarà ancora speciale”.

Soddisfatto per le dichiarazioni di Delrio Andrea Bona, candidato Bard-Veneto Civico: “Abbiamo ottenuto l’ennesima conferma, una tra le più autorevoli, alla bontà del nostro accordo. La parola di Delrio si aggiunge al peso delle firme in fondo a quel documento; il ministro è uomo duro, lo ricordiamo nella visita del dicembre 2013 a Belluno, ma questa volta è arrivato conoscendo la nostra situazione e capendo le nostre ragioni. Già un anno e mezzo fa, in tempi non sospetti, dissi a Delrio quello che pensavo – e penso tuttora – della sua riforma, e oggi glielo ho ribadito con convinzione. L’autonomia alla quale noi puntiamo è un’autonomia che funziona, e il Governo lo ha capito”.

“Ci fidiamo delle parole del ministro, ma ora attendiamo lui e il Governo alla prova dei fatti, aspettiamo segnali concreti – spiega ancora Bona – Proprio oggi, l’ex Presidente della Provincia Autonoma di Trento, ora presidente del gruppo parlamentare Per l’Italia, Lorenzo Dellai, ha chiesto la calendarizzazione della discussione in commissione, impegnandosi a ottenerla il prima possibile, compatibilmente con i tempi richiesti dai regolamenti della commissione. Il percorso politico continua, ora tocca ai bellunesi dimostrare di credere in questa opportunità”, conclude Bona.

Leggi di più...

 DELRIO A BELLUNO. BONA: DIA GARANZIE AL BELLUNESE

16 Maggio 2015 By

“Questa volta guarderò il ministro Delrio in faccia e chiederò impegni e garanzie per il Bellunese”. Andrea Bona, candidato Bard-Veneto Civico alla regionali del 31 maggio, si prepara ad accogliere il neo-ministro alle infrastrutture, in visita mercoledì in provincia, ricordando l’ultimo passaggio di Graziano Delrio in città: “Il 13 dicembre 2013, al Centro Giovanni XXIII, Delrio venne per spegnere i nostri sogni di autonomia e ci paragonò alle grandi città metropolitane europee come Barcellona. Io quella sera gli diedi le spalle, per guardare in faccia i bellunesi e spiegare loro che la “sua” legge non andava bene per noi, per le aree di montagna, e che il sogno dell’autonomia non si spegneva là, con una legge che non abbiamo mai smesso di contestare, anche sui tavoli istituzionali. – ricorda Bona – Oggi, un anno e mezzo dopo, lo guarderò in faccia, forte del nostro accordo col suo governo e il suo partito: Belluno tornerà elettiva, si guadagnerà un pezzo di autonomia, ma non basta. Per il Bellunese servono investimenti sulle infrastrutture: Delrio deve garantire il sostegno alla galleria di Coltrondo, confermare l’impegno del Governo sulla partita Veneto Strade, proseguire con il potenziamento delle piste ciclabili, aprire un dialogo sul futuro del sistema ferroviario e dell’anello ferroviario delle Dolomiti. Da feltrino, poi, chiederò le risorse per il completamento della superstrada Fenadora-Anzù: bisogna ultimarla con il tratto Anzù-Busche, con la galleria del Telva; così com’è, la strada non serve a nulla, dato che costringe gli automobilisti a tornare alla rotatoria del Pasquer, con conseguenti intasamenti e aumento dell’inquinamento. Senza nuove infrastrutture per le imprese e il turismo, senza garanzie di manutenzione per le strade esistenti, la montagna muore”, conclude Bona.

Leggi di più...

FIRMATO L’ACCORDO POLITICO BARD E MORETTI

10 Maggio 2015 By

E’ stato siglato nella mattinata di mercoledì 6 maggio, l’accordo elettorale tra la candidata alla Presidenza della Regione Veneto, Alessandra Moretti, e il Movimento Belluno Autonoma Regione Dolomiti; a sostenere l’importanza del documento, anche l’europarlamentare Herbert Dorfmann, forte dei 10mila voti ottenuti alle Europee 2014.
Con gli accordi a livello nazionale e regionale, riporteremo la rappresentanza dei bellunesi in Provincia, e con l’elettività otterremo anche le risorse necessarie per gestire le competenze che lo Statuto Veneto assegna al Bellunese”: questo il commento dei candidati Alessandra Buzzo, Andrea Bona e Danilo Marmolada.

Un accordo per una montagna aperta al mondo, viva e sostenibile”: questo il commento post-firma di Alessandra Buzzo. “Riportare l’elettività alla Provincia è il primo passo per una montagna e un territorio veramente autonomo, che può guardare con fiducia e speranza a un nuovo futuro”.

Da Danilo Marmolada arriva la nuova accelerata: “Serve autonomia subito, per difendere le terre alte e tutelare le minoranze. La rappresentatività che potranno avere i territori della montagna bellunese consentirà di salvare dallo spopolamento e dall’abbandono le aree più disagiate.”

Andrea Bona ha sottolineato l’assetto della “nuova” Provincia elettiva: “I bellunesi torneranno ad essere rappresentati; il nuovo assetto provinciale prevede una riorganizzazione per vallate, ed ogni realtà avrà la sua giusta rappresentanza”.

Nelle ultime settimane, ho visitato queste terre e ho visto che c’è necessità di autonomia. – commenta la candidata Alessandra Moretti – Autonomia per me significa dare potere e risorse ai territori per gestirsi: questi paesi senza servizi, senza scuole, senza strade, rischiano di svuotarsi in pochi anni”.

A dare ulteriore peso all’accordo c’è la firma di Herbert Dorfmann: “Questo è un territorio che ha bisogno di autonomia. Questo documento è fondamentale per ridare dignità al Bellunese; le autonomie in Italia funzionano con competenze, risorse, ma anche capacità di gestione, ed il sostegno mio e dell’SVP va proprio in questa direzione: l’autonomia altoatesina può e deve essere da esempio al Bellunese”.
Qui il documento firmato ad Agordo!

Qui il documento precedentemente firmato a Roma

firma accordo bard moretti

Firma accordo politico BARD – Moretti Da sinistra: Andrea Bona – esponente BARD e candidato per Veneto Civico, Alessandra Moretti – candidata presidenza Regione Veneto, Danilo Marmolada – vicepresidente BARD e candidato Veneto Civico e Herbert Dorfmann – europarlamentare SVP

Leggi di più...

CONFERENZA STAMPA ELEZIONI REGIONALI 2015

4 Maggio 2015 By

Si terrà mercoledì 6 maggio alle ore 9.00 al gazebo allestito dal Bard in Piazza Libertà a Agordo, la conferenza stampa per la firma pubblica dell’accordo elettorale tra Movimento Bard, Governo e Alessandra Moretti.

Nell’occasione, sarà reso noto il testo dell’accordo, già sottoscritto nelle scorse settimane dal sottosegretario Gianclaudio Bressa e dal vicesegretario del Partito Democratico, Lorenzo Guerini. Read more →

Leggi di più...