“EUREGIO E ELETTIVITÀ, UNICHE CERTEZZE PRIMA DEL VOTO”

29 giugno 2015 By

“Ritorno all’elettività e il “sì” dell’assemblea dell’Euregio all’ingresso di Belluno come osservatore: il Bard è l’unica realtà politica ad aver portato risultati concreti prima del voto”. I candidati bellunesi di Veneto Civico mettono sul tavolo i risultati già ottenuti 48 ore prima dal voto.
Giovedì a Iselberg, in Tirolo, si è infatti tenuta la riunione di giunta del Gect Euregio, e in assemblea è arrivata la richiesta dei presidenti delle Province autonome di Bolzano e Trento di un confronto preliminare sull’ingresso di Belluno come osservatore; Arno Kompatscher e Ugo Rossi, che da ottobre ricoprirà il ruolo di presidente dell’Euregio, hanno incassato il via libera dell’assemblea. Nella prossima seduta, si valuteranno i contorni della questione e si approfondiranno gli aspetti tecnico-giuridici per individuare quale status riconoscere al ruolo di osservatore, prima dell’approvazione formale della richiesta.

“Trento e Bolzano avevano già annunciato il loro appoggio alla nostra richiesta, e Ugo Rossi aveva ribadito il suo impegno pochi giorni fa a Feltre. – commentano Andrea Bona, Alessandra Buzzo e Danilo Marmolada – Ora, il sì dell’assemblea dell’Euregio è un nuovo, concreto segnale che la nostra proposta è percorribile, valida e condivisa dalle altre realtà alpine”.

“Per far sentire la nostra voce nell’Euregio, però, – concludono i tre candidati del Bard-Veneto Civico – serve una Provincia forte, e solo con l’elettività avremo un ente in grado di confrontarsi sul piano politico con Trento, Bolzano e il Tirolo. Il nostro accordo con il Governo (il provvedimento arriverà in commissione a giugno) farà tornare elettiva la nostra Provincia, ma per raggiungere in tempi ancora più brevi il nostro obbiettivo è fondamentale che i bellunesi, domenica alle urne, facciano sentire la loro voce a sostegno della nostra battaglia”.

Leggi di più...

BELLUNO VERSO L’EUREGIO, IL DISAPPUNTO DI PICCOLI

27 marzo 2015 By

E se Belluno da OSSERVATORE INTERNO del Veneto passasse ad OSSERVATORE ESTERNO dell’Euregio?

Giovanni Piccoli – Foto senato.it

Lo sviluppo bellunese dove è orientato? Verso l’arco alpino o verso la pianura? La domanda è rilevantissima; e va innanzitutto rivolta a chi l’ha formulata, cioè al senatore Giovanni Piccoli, poiché da bellunese e politico nazionale dovrebbe essere in grado di dare una risposta chiara, o per lo meno questo è quello che vorrebbe sapere ogni bellunese di buona volontà.

Che la risposta arrivi attraverso una scelta innovativa, quella dell’Euregio appunto, proposta da un gruppo di volontari (amanti della politica fai da te, perché quell’altra fa per sé) non diminuisce l’importanza del tentativo e del risultato, ma dà il senso della frustrazione della popolazione locale, che si sente abbandonata, e nondimeno ha a cuore la propria terra.
Forse amareggia chi si è sentito scavalcato, perché ne sottolinea la latitanza o l’attendismo.

Di sicuro lo sviluppo economico e la naturale vocazione di un territorio non aderiscono preventivamente a ideologie di partito, ad accordi di palazzo, men che meno a patti elettorali. Read more →

Leggi di più...

IL BARD PORTA IL DESIDERIO BELLUNESE DI AUTONOMIA A TRENTO, TRA LE GRANDI AUTONOMIE ALPINE

20 febbraio 2015 By

Lo Stato stringe le maglie del centralismo, ora sempre di più, e le Autonomie alpine rispondono con determinazione, convinte a non cedere e a non vedere ridimensionati i vantaggi amministrativi dei loro statuti speciali. In questo senso si colloca l’importante incontro a Trento di lunedì 16 febbraio tra PATT (Partito Autonomo Trentino Tirolese), SVP (Sudtiroler Volkspartei), UV (Union Valdôtaine) e UAL (Union Autonomista Ladina), per firmare un importante documento a difesa delle loro prerogative autonomiste.

Artefice di questo incontro è stato Il senatore Franco Panizza, il quale, con l’europarlamentare Herbert  Dorfmann, ha voluto che fosse presente anche il BARD, per la nostra provincia, con un gesto quindi che lascia intendere come le realtà autonome alpine non solo non hanno intenzione di cedere, ma intendono concretamente aiutare a dotarsi delle stesse condizioni amministrative speciali anche i territori vicini. Read more →

Leggi di più...

GIOVANI BELLUNESI INCONTRANO LE ISTITUZIONI EUROPEE A BRUXELLES

13 novembre 2014 By

C’è grande soddisfazione ed entusiasmo negli occhi dei giovani del BARD e della terza Liceo Classico A. Lollino, dopo il viaggio a Bruxelles. Occasione in cui hanno avuto modo di entrare nei luoghi istituzionali dell’UE ed incontrare inoltre funzionari, tecnici e chi vive in prima linea la politica europea, cioè l’onorevole Herbert Dorfmann, che con i giovani ha discusso di argomenti seri, ha parlato amichevolmente ed ha anche cenato.

L’incontro con il mondo politico dell’Unione europea è  iniziato martedì 4 novembre al Parlamento. Qui i giovani sono stati introdotti alle Istituzioni e alle funzioni dell’UE dalle parole di un esperto, che ha approfondito concetti importanti come sovranità degli Stati membri, diritto internazionale e comunitario. È seguita la visita all’emiciclo del Parlamento. I giovani quindi sono stati raggiunti dall’eurodeputato Herbert Dorfmann (SVP), che ha parlato loro con semplicità del ruolo dell’Italia in Europa e quindi di politica rivolta a lavoro ed economia in generale. L’europarlamentare ha saputo coinvolgere giovani universitari e liceali lasciando spazio ad interventi e domande, che sono poi proseguiti anche a tavola, durante la cena sempre con lui, in un clima di simpatia e cordialità, che molto è piaciuto ai giovani.

Bruxelles

Delegazione del BARD con la terza Liceo Classico A. Lollino in visita a Bruxelles

Il giorno successivo il gruppo è entrato nelle sedi della Commissione europea, ed ha incontrato un funzionario del Comitato delle Regioni e uno del  Comitato economico sociale che ha presentato poi ai giovani l’ex presidente del comitato stesso, lo svedese Staffan Nilsson, il quale ha molto elogiato l’iniziativa di portare i giovani a confrontarsi con il mondo istituzionale dell’Unione Europea.

Quindi il gruppo bellunese ha raggiunto la sede della Commissione europea, e sedendosi al famoso tavolo ovale, intorno al quale i padri dell’Unione ne hanno scritto i primi passi, ne hanno approfondito il ruolo e gli obiettivi che essa incarna, e i passi fondamentali della sua storia.

Importante è stata la segnalazione della possibilità di svolgere esperienze di stage per i giovani a Bruxelles, alla quale l’impiegata ha aggiunto alcuni consigli pratici per le selezioni e sulle prospettive per il futuro.

Giovedì è salito in cattedra Magritte, la cui arte mirabile ha rubato per un po’ l’attenzione all’impegno della politica. Infine, prima di rientrare, i giovani bellunesi hanno  visitato la sede dell’Euregio, che è un ente transfrontaliero rivolto alla politica regionale e che si fa portavoce della diversità e specificità territoriale  delle province montane di Bolzano, Trento e Tirolo austriaco.

Le sensazioni che si colgono dalle parole dei ragazzi sono entusiastiche. Così Alessandro si esprime, uno dei giovani partecipanti al viaggio: “La visita al parlamento europeo e questi due giorni a Bruxelles, sono serviti non solo a togliere una benda che ricopriva i nostri occhi, rendendoci più consapevoli del mondo che ci circonda, ma anche  più uniti come classe, più amici e compagni nell’unica realtà che in questo momento condividiamo. Questo è l’anno della maturità, uno dei più importanti della nostra vita, ed anche questo viaggio ha contribuito a renderlo unico!”

Dopo un’esperienza certo impegnativa, ma profonda e formativa, perché ha messo di fronte i nostri giovani ad orizzonti più ampi, al cuore della politica europea, restano le loro impressioni entusiastiche e la soddisfazione di chi ha realizzato questa iniziativa, il BARD e il Liceo Classico Lollino.

Di seguito i link ad alcune interviste realizzate dai giovani a Bruxelles

Herbert Dorfmann – SVP e UE

Alberto Gabrieli – Liceo Lollino

Marinella Piazza – BARD

Leggi di più...

INCONTRO AD INNSBRUCK CON IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEL TIROLO HERWIG VAN STAA

8 novembre 2014 By

TEMA CENTRALE LA COLLABORAZIONE TRA LAND E PROVINCIA ALPINA DI BELLUNO

Martedì 4 novembre 2014 una delegazione del BARD, guidata dal Presidente del Movimento e Consigliere provinciale Moreno Broccon, ha incontrato ad Innsbruck il Presidente della Dieta del Tirolo Herwig Van Staa, uno dei politici austriaci che meglio conoscono la realtà alpina e gli organismi di cooperazione transnazionali come il GECT Euregio, istituito nel 2001 tra lo stesso Land del Tirolo e le provincie di Trento e Bolzano. La delegazione del Bard era accompagnata da una rappresentanza del Partito Popolare Tirolese guidata dal segretario dell’organizzazione giovanile Dominik Schrott e Matthias Weger.

Incontro Innsbruck

La delegazione del BARD in visita a Innsbruck dal Presidente della Dieta del Tirolo Herwig Van Staa

Read more →

Leggi di più...