Header-ElezioniSubito

L’obiettivo del BARD è il perseguimento dell’autonomia, intesa come strumento di assunzione diretta delle responsabilità nell’auto governo locale dei Bellunesi. Essa si manifesta con l’assunzione d’iniziative politiche idonee a coltivare, rinforzare e raggiungere migliori capacità amministrative dei beni comuni bellunesi.

Ultime news

ElezioniSubito

“FIRMA PER VENETO STRADE, NON ABBASSIAMO LA GUARDIA”

“Un atto coraggioso, la firma della Presidente della Provincia sulla lettera di garanzia per Veneto Strade: noi però non abbassiamo la guardia e attendiamo ancora risposte concrete”. Così la presidente del movimento Belluno Autonoma Regione Dolomiti, Alessandra Buzzo, e il

ElezioniSubito

“VENETO STRADE E REFERENDUM, VOGLIONO ANNIENTARE LE AUTONOMIE”

“Il Governo vuole contrastare il referendum per l’autonomia del Veneto e lo sta facendo anche sfruttando l’emergenza Veneto Strade”: questa la visione del vicepresidente del movimento Belluno Autonoma, Andrea Bona, sulla questione Veneto Strade e sulle dichiarazioni del sottosegretario agli

Header-ElezioniSubito

“5 MILIONI A VENETO STRADE? MENO DI UN’ELEMOSINA”

“Non capisco chi gioisce per i 5 milioni anticipati alla Provincia di Belluno; dovremmo tutti sentirci offesi ed indignati, è una mossa che ferisce nell’orgoglio i cittadini e noi sindaci”: Alessandra Buzzo, primo cittadino di Santo Stefano e presidente del

Header-ElezioniSubito

“VENETO STRADE, TRE PROPOSTE AL GOVERNO”

Pubblichiamo il comunicato del consigliere provinciale del gruppo Consiglieri e sindaci per l’Autonomia, Ivan Minella:   Alla vigilia dell’incontro a Roma tra la presidente della Provincia di Belluno e gli esponenti del Governo sul caso Veneto Strade, il consigliere provinciale

Post Image

“AVVIATA LA CESSIONE DELLE STRADE A ANAS. I BELLUNESI AL GOVERNO SI DIMETTANO”

Pubblichiamo il comunicato stampa del consigliere provinciale Ivan Minella – Consiglieri e Sindaci per l’Autonomia:   “Quando salirono a Belluno, il ministro Graziano Delrio e il sottosegretario Gianclaudio Bressa assicurarono che la provincia dei sindaci non avrebbe causato problemi ai